ottobre
4

Se vogliamo far girare su un computer Macintosh anche Windows lo possiamo fare con Boot Camp o attraverso software di virtualizzazione come Fusion e Parallels. Anche se Boot Camp permette di far girare Windows in modo nativo risulta meno pratico (necessita un riavvio della macchina) di questi software che permettono di far girare contemporaneamente 2 sistemi operativi con un’interazione quasi totale fra i due sistemi. Purtroppo quello che guadagnano in flessibilità lo perdono in potenza, non riuscendo a sfruttare il 100% delle risorse. C/Net qualche tempo fa ha svolto un test che mirava a mettere a confronto le prestazioni dei due software per la virtualizzazione usando un Mac Pro a otto nuclei da 2,66 GHz. Responso: Fusion batte Parallels.

fusion parallels

Differenze abbastanza evidenti si riscontrano in Photoshop CS3 dove Parallels è di 2 volte più lento di Fusion e a sua volta Fusion non si scosta troppo da Boot Camp. Fusion si è dimostrato in largo vantaggio soprattutto nei test che implicavano lo sfruttamento di più nuclei di calcolo. La differenza di performance si spiega col fatto che Fusion è in grado di riconoscere e operare su 2 core, Parallels solo su 1 (almeno per ora).

[ source : macitynet.it ]

0

Scrivi un commento

Attenzione: il tuo commento potrebbe non essere immediatamente visibile poichè è attiva la moderazione dei commenti. Non è necessario inviarlo nuovamente.

Featuring YD Feedwordpress Content Filter Plugin